L'associazione   

servono testo+foto
Sotto la voce "La storia" abbiamo tracciato una breve storia degli anni d'oro di San Romerio intesi come momenti di aggregazione e socialità.
Oggi ci sembra ancora più necessario di allora creare degli spazi per l'incontro nei momenti in cui ci si possa staccare dagli impegni di lavoro e di studio. A noi è venuto subito naturale pensare a questa casa, visto che vi abbiamo trascorso tante giornate serene ed istruttive e dove, se ci è permesso, affermiamo che lì c'è una parte della nostra storia di ragazzi di paese.
Troppo sovente leggiamo sui giornali locali, di atti di teppismo, di vandalismi seguiti normalmente da lamentele dei nostri concittadini, della scarsa presenza delle forze dell'ordine o peggio ancora dall'immancabile "ai miei tempi questo non succedeva". Se ci guardiamo intorno però, scopriamo la realtà di una cttà che latita per ciò che riguarda l'aggregazione giovanile, nonostante gli sforzi di qualche associazione, o dell'oratorio, si fa veramente poco.
Noi proponiamo ai giovani di frequentare la casa di San Romerio, di usufruirne per socializzare, di avere un punto di appoggio per la loro compagnia, di allargare la loro conoscenza con altri ragazzi, scambiandosi opinioni ed esperienze. Si badi bene che questa non vuole essere un sequela utopica di parole. Siamo convinti che quanto avveniva alla fine degli anni settanta per tanti giovani di allora si possa benissimo ripetere ai nostri giorni. Lasciamo che possano organizzare i loro fine settimana, che facciano la loro provvista di vivande, che carichino i loro zaini in spalla e vadano a godersi questo splendido posto.
Perché non pensare al fatto che essendo in territorio elvetico potrebbe essere un "trait d'union"per gli scambi culturali tra le associazioni tiranesi e poschiavine? In epoca di globalizzazione ,purtroppo solo economica ,degli scambi culturali transnazionali non solo sono auspicabili, ma concorrerebbero a migliorare le relazioni tra le comunità.
Infine secondo noi la struttura potrebbe essere utilizzata da altre associazioni e da tutti i cittadini. Faremo un regolamento in coordinamento con l'Amministrazione Comunale e lo divulgheremo attraverso ogni mezzo disponibile, convinti che molti potranno apprezzare questa idea. Naturalmente ci rendiamo conto che tutte le sopraccitate opzioni, abbisognano di buona volontà da parte di tutti, ma il fine che ci proponiamo, molto umilmente, è in fondo quello per il quale lo xenodochio di San Romerio assieme a quello di Santa Perpetua sono nati: quello di luogo di transito, incontro e di pellegrinaggio di persone con storie e culture diverse. Il gruppo scrivente, per altro già numeroso, intende cercare nuove adesioni, per dare vita alla Associazione che prenderà il nome di "Associazione San Romerio".
L'Associazione non avrà valenza politica e non avrà scopo di lucro.